Testamento biologico

Iniziativa contro la liberticida legge Calabrò: “Io la emendo”.

No alla crudeltà della legge Calabrò

Biotestamento: ddl Calabrò è crudele e imporrà nuove sofferenze ai cittadini
I portavoci del Coordinamento Laico Nazionale, Maurizio Cecconi e Cinzia Gori, in merito all’approvazione del ddl Calabrò alla Camera dei Deputati.
“Le associazioni aderenti al Coordinamento Laico Nazionale sono portatrici di diverse opzioni filosofiche, esistenziali e confessionali, eppure unite dai seguenti principi: difendere e rispettare l’autodeterminazione terapeutica, diritto soggettivo e perfetto; difendere la laicità delle Istituzioni, con la consapevolezza che è questa la premessa ineludibile per il rispetto di tutte le molteplici diversità presenti nella società italiana, sempre più plurale”.
“Fermo restando che tutti hanno diritto alle cure e all’assistenza, l’articolo 32 della Costituzione riconosce ad ogni singola persona il diritto di non curarsi, anche se tale condotta può esporla al rischio della morte”.
“La volontà espressa dalla persona, doverosamente informata, è il presupposto della stessa liceità del trattamento sanitario, che per sua natura ricomprende anche l’alimentazione e l’idratazione forzata, in quanto presuppone l’intervento di sanitari e della somministrazione di farmaci. Se alcune cautele sono ovviamente necessarie, esse attengono unicamente alla verifica della reale volontà della persona (testamento biologico) e alle garanzie che essa sia attuata. Il consenso espresso dall’individuo è infatti l’unico presupposto per la liceità dell’attività del medico, al quale non è riconosciuto un generico diritto di curare a prescindere dalla volontà dell’ammalato”.
“Se il diritto all’autodeterminazione terapeutica viene riconosciuto in maniera indiscutibile a chi è in grado di intendere e di volere, negarlo a chi ha perso queste capacità significa disconoscere il suo essere “una persona”. Significa negare la condizione di individuo a coloro che hanno perso le capacità intellettive e volitive. Significa spogliarli dei loro diritti, calpestare la loro dignità e disconoscere la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani”.
“Il solo pensiero che la violenza di un trattamento sanitario possa essere imposto ad una persona anche in presenza d’una esplicita volontà contraria dovrebbe giustamente spaventarci da un lato e, dall’altro, stimolarci alla ribellione civile. E senza dubbio questa violenza va definita come inutile e crudele”.
“Per questi motivi con fermezza diciamo no al ddl Calabrò, con la consapevolezza che la vita del diritto e il diritto a una vita e a un fine-vita autodeterminato s’intrecciano indissolubilmente.”.
Maurizio Cecconi, Cinzia Gori, portavoci del CLN

Verificato l’interesse che moltissimi cittadini manifestano sull’argomento, abbiamo aperto questa pagina dove rendere scaricabile la documentazione dei comuni nella provincia che hanno istituito registri per le dichiarazioni anticipate di trattamenti sanitari.

Chiunque volesse maggiori informazioni può scriverci a rimini@uaar.it .

Aggiornamento: Gennaio 2011, il Tribunale di Firenze, su ricorso di un cittadino, ha stabilito che la volontà del paziente, in caso di perdita di coscienza, può essere espressa dal suo tutore legale, che ha altresì la facoltà di interrompere le cure non volute, tra le quali la rianimazione o l’alimentazione e l’idratazione artificiale. Leggi qui.

CATTOLICA
Comune di Cattolica
Regolamento registro comune di Cattolica
MODULI PER DICHIARAZIONE E ATTI NOTORI

SANTARCANGELO DI ROMAGNA
Vedi anche sezione sul sito del Comune di Santarcangelo di Romagna
Mozione relativa all’istituzione del registro
ISTRUZIONI
DICHIARAZIONE ANTICIPATA
DICHIARAZIONE FIDUCIARIO
DICHIARAZIONE TESTATORE

RIMINI
Aggiornamento 2014: con la delibera 101 del 06/05/2014 sono state apportate modifiche al disciplinare per la tenuta del registro. Da tale data il Comune di Rimini non raccoglierà la DAT (dichiarazione anticipata di trattamento) ma la dichiarazione che la stessa è presente e conservata presso un fiduciario o un notaio (a tale scopo è stata stipulata una convenzione con il Consiglio Notarile di Forlì e Rimini).
Leggi qui alcune nostre valutazioni
La risposta del Sindaco
DELIBERA_261_2010..1281015210
ISTRUZIONI.1281015761
DISCIPLINARE..1281015212
DICHIARAZIONE_ANTICIPATA.1281016150
FIDUCIARIO.1281015767
TESTATORE_O_DICHIARANTE.1281016152

INIZIATIVA ASSOCIAZIONE LUCA COSCIONI
Testamento biologico online
Form da compilare online
Come autenticarlo

Altre risorse reperibili qui:
Associazione Luca Coscioni
Chiesa Valdese di Rimini
Associazione per Eluana